La dieta mediterranea è stata riconosciuta come Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità. È semplice, fatta di cibi sani e facili da trovare, non contempla ricette troppo elaborate e non richiede un eccessivo impegno in cucina. Quali sono i cibi che si dovrebbero mangiare secondo la dieta mediterranea? Verdura, frutta, cereali, legumi, uova, formaggi, pesce e carne (da consumare con moderazione). Sono tutti cibi che nei paesi bagnati dal Mediterraneo si trovano con molta facilità. C’è il mare, ci sono le montagne, gli allevamenti, i vigneti, gli uliveti e l’attività agricola è florida.  

Il padre della dieta mediterranea

Non tutti sanno che la dieta mediterranea è frutto dell’intuizione e dello studio un americano. Sì, avete sentito bene! Ancel Keys, un americano! Un biologo, fisiologo e nutrizionista nato e cresciuto in Colorado. Nel secondo dopoguerra, si trasferì per un po’ di tempo in Cilento per seguire una ricerca sull’alimentazione e notò che gli abitanti della Campania, come quelli di Creta, soffrivano di malattie croniche molto meno rispetto al resto del mondo e intuì che ad accomunarli erano il cibo (semplice e genuino) e lo loro stile di vita. Keys creò una piramide alimentare, che ancora oggi è una pietra miliare della sana alimentazione.

Verdure e legumi

Tra gli ingredienti delle ricette che lo studioso americano menziona nei suoi studi, le verdure e i legumi non mancano! Uno dei piatti più famosi è scarole e fagioli, preparati insieme a un gambo di sedano, una cipolla e due carote. Fagioli e scarola, in proporzione uno a uno, vanno cotti separatamente. Poi, in una padella dal bordo alto bisogna preparare un fondo con olio extra vergine di oliva al quale si aggiungono prima i fagioli e poi la scarola, con un (piccolo) pizzico di sale. In circa 30 minuti, avrete creato un piatto genuino, semplice e gustosissimo! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *